Viaggiare sicuri: come scegliere l’assicurazione da mettere in valigia

Muoversi nel vasto mondo delle assicurazioni viaggi tra coperture e costi potrebbe non essere semplice. Ecco come scegliere il prodotto più adatto per partire senza pensieri, seguendo l’esempio della Generazione Z

 

Un bagaglio smarrito, un volo annullato, un alloggio non all’altezza di quanto promesso o una caviglia slogata. Durante una vacanza possono capitare una serie di spiacevoli inconvenienti, che possono trasformare un viaggio in un incubo. Eppure gli italiani rimangono i viaggiatori meno inclini in Europa alla copertura di un qualsiasi rischio durante le vacanze, stando all’ultimo barometro di Ipsos-Europ Assistance. Ma qualcosa sta cambiando, soprattutto da parte dei giovani: ben il 69% dei Post-Millennials infatti copre il proprio viaggio con una assicurazione, facendo risultare proprio questa tipologia di polizza di gran lunga la più gettonata, secondo la ricerca di una compagnia assicurativa sulla Generazione Z. Ecco allora come seguire il loro esempio, scegliendo l’assicurazione giusta.

 

Cosa è e cosa copre l’assicurazione viaggio?

L’ assicurazione viaggio è un contratto che copre l’assicurato dai vari imprevisti che possono capitare nel corso di un viaggio in Italia o all’estero. Dallo smarrimento del bagaglio, all’annullamento del volo o dell’intero viaggio, fino all’assistenza medica. Proprio per la varietà delle coperture, esiste la formula All Inclusive, che permette di tutelarsi contro la maggior parte degli imprevisti di viaggio, oppure la singola polizza che copre su determinati imprevisti ritenuti più importanti o probabili.

Le più comuni coperture dell’assicurazione viaggio sono:

Assicurazione medica e infortuni

Questa tipologia di copertura protegge l’assicurato da infortuni e malattie che potrebbero capitare nel corso del viaggio. Solitamente questa assicurazione viaggio copre le spese d’acquisto di medicinali, l’assistenza sanitaria, il trasporto in ospedale, il costo di eventuali medicazioni o interventi chirurgici che si devono sostenere. Questa assicurazione è importante, se non addirittura indispensabile, se ci si reca in un paese dove non esiste un sistema di sanità pubblica, come gli Stati Uniti e il Canada, o di livello accettabile. Oppure si viaggi fuori dall’Unione europea, e quindi fuori dalle garanzie della tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) che dà diritto ai cittadini europei di ottenere assistenza sanitaria all’interno di tutta la Ue alle stesse condizioni e allo stesso costo dei cittadini del paese in cui ci si trova.

 

Assicurazione per annullamento del viaggio

Un’altra copertura che solitamente è meglio tenere in considerazione soprattutto se si prenota il viaggio con largo anticipo, e quindi c’è più probabilità di essere soggetti a imprevisti, è l’assicurazione che copre per l’eventuale annullamento della vacanza, consentendo di ottenere un rimborso (pari anche al 100%). In genere, le polizze coprono l’annullamento dovuto a malattia, infortunio grave e morte (dell’assicurato, di un familiare o del compagno di viaggio), incidenti, incendio dell’abitazione, complicanze della gravidanza o furti di documenti che rendano impossibile partire.

In genere, le assicurazioni di viaggio non includono invece il rimborso della penale nel caso in cui la persona decida di non partire per il pericolo di attentati terroristici, anche se alcune polizze la tutelano nel caso in cui un attentato si sia effettivamente verificato. Allo stesso modo, le polizze non rimborsano delle spese di modifica di un viaggio qualora si decidesse di cambiare data per il meteo poco bello o per uno spostamento delle ferie da parte del proprio capo.

 

Assicurazione per danni e smarrimento bagagli

Tra i più frequenti imprevisti di viaggio c’è sicuramente lo smarrimento o il danno al bagaglio. Il modo migliore per tutelarsi, è proprio quello di stipulare un’ assicurazione viaggio che fornisca una copertura in caso di furto, scippo, rapina, incendio e mancata riconsegna del bagaglio. Alcune polizze anticipano anche le spese per l’acquisto dei beni di prima necessità. Attenzione però che per ottenere il rimborso dalla compagnia in caso di smarrimento del bagaglio si dovrà dimostrare di non averlo lasciato incustodito.

 

POLIZZE VIAGGIO

 

Attenzione alle esclusioni (ma non solo)

Per evitare brutte sorprese, nonostante l’assicurazione, è bene leggere con attenzione le condizioni contrattuali (Come leggere un contratto di assicurazione e il DIP). In particolare, bisogna fare attenzione alle clausole che regolano i casi di esclusione del risarcimento. Per essere certi di avere una protezione adeguata inoltre occorre controllare anche il massimale, ossia la soglia massima di risarcimento, e la franchigia, vale a dire l’importo al di sotto del quale non si ha diritto ad alcun rimborso. Quest’ultima, ovviamente, più bassa è meglio è.

 

Sicuri al giusto prezzo

Generalmente le polizze viaggio non hanno costi elevati, soprattutto quelle online. Ma, per scovare il prodotto su misura e risparmiare sul prezzo, è sufficiente adottare alcune accortezze.

Il primo passo per trovare un’assicurazione viaggio economica e su misura è confrontare le diverse offerte presenti sul mercato. Inoltre, chi si sposta frequentemente per motivi di svago e lavoro può risparmiare sul costo complessivo, chiedendo un preventivo Multitrip (multiviaggio), ossia una polizza annuale che copre tutti i viaggi compiuti nell’arco di dodici mesi senza che ci sia bisogno di stipulare un’assicurazione prima di ogni singola partenza, risparmiando così tempo e denaro rispetto all’assicurazione viaggio singolo.

Share on:

       

Post Collegati