Il portafoglio di investimento si apre a nuovi megatrend

Per diversificare il rischio, ma anche per cogliere opportunità di guadagno, l’industria del risparmio sta guardando a nuove tendenze d’investimento. Ecco quali sono.

 

Non solo aree geografiche e settori per cercare di diversificare il rischio e cogliere opportunità di guadagno. Nei portafogli di investimento entrano sempre più spesso grandi temi legati al futuro e nuove tendenze del momento, come la questione ambientale, la robotica, i consumi e gli stili di vita dei Millennials. Tematiche che potrebbero avviare nuovi cicli e far emergere alcune società. L’importante è muoversi con la tempistica giusta.

 

Megatrend, il futuro è adesso

I grandi cambiamenti che stanno coinvolgendo il mondo, con un forte impatto sulla società, l’economia e la cultura, possono essere catturati dall’industria del risparmio come opportunità di guadagno di lungo termine. Si tratta dei cosiddetti Megatrend. In gergo finanziario racchiudono quei grandi temi che caratterizzeranno il futuro, come l’invecchiamento della popolazione, le nuove tecnologie, le energie rinnovabili e la gestione dei rifiuti. Investire su queste tematiche significa investire oggi con uno sguardo rivolto al futuro, andando oltre la speculazione del momento e la volatilità di breve termine.

 

Quali sono i Megatrend di oggi?

Tra le tematiche meglio posizionate c’è senza dubbio quella della sostenibilità (ne abbiamo parlato QUI) che risponde alla crescente sensibilità verso la salvaguardia delle risorse naturali, tanto da innescare un movimento globale senza precedenti. In questo ambito, decisamente vasto, si sta facendo largo il concetto di economia circolare, ossia un sistema economico che prevede il riutilizzo degli scarti e dei rifiuti.

Ma non solo. Sta attirando crescente interesse anche la questione legata all’andamento demografico. Le Nazioni Unite stimano che tra il 2005 e il 2050 la popolazione globale passerà da 6 a oltre 9 miliardi di persone. Contestualmente l’età media salirà: le previsioni formulate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità indicano che entro il 2020 la popolazione over 60 supererà quella dei bambini al di sotto dei cinque anni e nel 2050 gli anziani raddoppieranno. Cambiamenti che inevitabilmente avranno un impatto sul tessuto e la struttura della società, creando opportunità di investimento in settori quali il farmaceutico, l’assistenza sanitaria, le assicurazioni e anche l’edilizia con la costruzione di case di cura.

Altro grande Megatrend è senza dubbio quello tecnologico. La diffusione di Intelligenze Artificiali sempre più sofisticate in ambiti diversi, la robotizzazione, la capacità di elaborazione dei dati in crescita esponenziale, così come lo sviluppo dell’Internet of Things, stanno modificando processi produttivi e aspetti sociali oltre che creando nuove industrie all’interno del mondo tecnologico.

megatrend investimenti cnp partners

Le nuove tendenze di investimento

A questi grandi temi di investimento, si affiancano anche nuove tendenze più dinamiche che intercettano bisogni emergenti legati a nuovi stili di vita. Una di queste è certamente la pet economy, ossia l’industria legata alla cura degli animali domestici. Si tratta di un mercato enorme, destinato a crescere in modo significativo in tutto il mondo se si considera che solo in Italia oggi vale oltre 2 miliardi (rapporto Assalco-Zoomark 2018).

Un altro importante trend che si sta muovendo sul piano tecnologico e delle comunicazioni è quello della Rete di quinta generazione, il cosiddetto 5G, che permetterà una interconnessione globale fra le persone e le cose a costi più contenuti. Secondo il Mobility Report stilato da Ericsson, il 5G sarà in grado di raggiungere oltre il 40% della popolazione mondiale entro il 2024. A questo riguardo il settore delle telecomunicazioni potrebbe giocare un ruolo da protagonista.

 

Quale scegliere?

Quale che sia la tendenza o il Megatrend da seguire, la tempistica è un aspetto chiave sia al momento dell’ingresso sia in quello di uscita dell’investimento. Come insegna il passato. Nel 2000, all’epoca della bolla internet, ci fu una lettura sostanzialmente corretta da parte degli investitori sulle potenzialità della rivoluzione tecnologica in atto, ma non altrettanto corretta sulle ricadute in termini di profitti aziendali. Sfruttare la potenza dei Megatrend e delle nuove tendenze è possibile, a condizione di porre il corretto orizzonte temporale (solitamente di lungo periodo, almeno 5 anni) ed esaminare continuamente e da vicino la loro evoluzione, affidandosi a professionalità in grado di farlo.

Share on:

       

Post Collegati